Archivi categoria: Interventi

Nasce “Solid” – la rete che unisce comunita’ territoriali e cooperazione sociale per contrastare le disuguaglianze

di Carlo De Angelis

In questo anno 2^ dell’era pandemica, le occasioni di narrazione, restituzione della drammatica e terribile esperienza del Covid 19 non sono mancate. Ci sono stati, e ancora ci sono, processi di proliferazione narrativi, discorsivi, che mentre raccontano agiscono percorsi di catarsi utile ad interiorizzare o quanto meno capire l’insolito e inaspettato evento della pandemia. A fianco a questi processi, il virus ha provocato in tantissime realtà terrioriali, una gemmazione nuova di pratiche, di interventi concreti di mutualismo e di cooperazione. Per la prima volta, dopo tanto tempo e in un periodo in cui la clausura e l’isolamento sono state e sono ancora l’unica cura e difesa possibile, abbiamo assistito, provocato e partecipato, attraverso i nostri corpi, all’attivazione di percorsi assolutamente solidali e signitificamente estremi. Se da una parte ci si è dovuti coprire, chiudere, per evitare il contagio, dall’altra parte questi significati estremi hanno rivelato una necessità di sociale, di solidarietà che, iniziata spontaneamente in tante città, territori, ha provocato un contagio opposto al Covid 19, quello del mutuo aiuto, della vicinanza, della cooperatività.

Continua a leggere Nasce “Solid” – la rete che unisce comunita’ territoriali e cooperazione sociale per contrastare le disuguaglianze

Il dottorato in quarantena

di Manuele Gianfrancesco

In Italia, si sa, siamo tutti un po’ dottori. Nulla di nuovo: è un po’ come dire che siamo tutti allenatori della nazionale. Nonostante la giovane età, molte volte al ristorante, dopo l’ultima portata, capita che l’oste mi chieda: “dottore, lo prende il caffé?”. È una cortesia tutta nostrana, e mica gliene importa se davvero sono laureato, o se magari ho dei pazienti che mi aspettano in ospedale, gli basta che indossi una giacca. Lo stesso al bar, dal barbiere e così via… Ora, non è che mi dispiaccia, sia chiaro, ma a guardar bene, in effetti, dottore lo sarei pure, laureato e tutto, con l’attestato appeso a prender polvere.

Continua a leggere Il dottorato in quarantena

L’AUTOGESTIONE SAPRA’ DIFENDERSI

di Csoa Spartaco

L’autogestione a Roma viene colpita duramente. Ieri un fatto gravissimo ha ribadito la reale natura della giunta Raggi nei confronti dei centri sociali, sgomberando il Nuovo Cinema Palazzo nel quartiere di San Lorenzo. Non ci sorprende rilevare come Virginia Raggi (e tutti i 5 Stelle) confonda la legalità con la giustizia, per lei la legalità è un fendente da brandire a suo piacimento per accrescere il proprio particolare consenso.

Continua a leggere L’AUTOGESTIONE SAPRA’ DIFENDERSI

Nessun compromesso sui diritti – 6° Memorial per Stefano Cucchi

di Fabrizio Aramini

Sono passati 11 anni da quel 15 ottobre del 2009 quando Stefano venne fermato al Parco degli Acquedotti da una volante dei carabinieri che lo portò in un girone dell’inferno dal quale non fece più ritorno. Per quell’omicidio che ormai conosciamo tutti ad oggi sono stati condannati due carabinieri a 12 anni di carcere, ma la vicenda ancora più inquietante, se possibile, non riguarda solamente le responsabilità per il pestaggio mortale di Stefano ma l’insabbiamento portato avanti in tutti questi anni da alti graduati dell’Arma.

Continua a leggere Nessun compromesso sui diritti – 6° Memorial per Stefano Cucchi

ERROR 404: Università Not Found

di Stefania N’Kombo, Coordinatrice di Altro Ateneo Tor Vergata

L’UNIVERSITA’ AL TEMPO DEL COVID

Foto di Valeria Comerci

Sono passati sette mesi da quel 10 marzo che ha decretato la sospensione di tutte le attività e conseguentemente di parte della quotidianità di tantissime persone. Oggi ciò che stiamo vedendo sono dei tentativi di ripresa, che tuttavia non eludono l’evidenza di contraddizioni sociali che vedono da un lato la ricerca del profitto ad ogni costo e dall’altro le persone.

Continua a leggere ERROR 404: Università Not Found

Perché scendere in piazza il 3 ottobre per la legge sulla cittadinanza.

La vicenda dell’esame farsa di Suarez per ottenere la cittadinanza italiana e il messaggio di “ingiustizia sociale” nei confronti di oltre un milione di giovani, nati e/o cresciuti in Italia, riportano con forza la discussione sulla riforma della cittadinanza, argomento su cui la
politica non trova il coraggio per compiere un passo decisivo. Ma il momento della riforma della cittadinanza è adesso, non possiamo più aspettare.

Continua a leggere Perché scendere in piazza il 3 ottobre per la legge sulla cittadinanza.

LE CONSEGUENZE DEL VOTO. PERCHE’ VOTARE NO al referendum

di Maria Cristina Piscitelli, 6000 Sardine Roma

io voto no

Articolo tratto dall’intervento di Maria Cristina Piscitelli delle 6000 Sardine Roma, tenuto durante l’incontro pubblico sulle ragioni de NO al Referendum di martedì 15 settembre, promosso da Cinecittà Bene Comune e la ReteCinest presso l’area pedonale di via Flavio Stilicone, nel quartiere Don Bosco nel VII Municipio di Roma.

Continua a leggere LE CONSEGUENZE DEL VOTO. PERCHE’ VOTARE NO al referendum

ELEZIONI 2021: QUALI SCENARI PER ROMA?

Di Alessandro Luparelli*

Con la decisione di Virginia Raggi di ricandidarsi alle prossime elezioni di giugno 2021 è partita la corsa per il Campidoglio e per i 15 municipi che compongono Roma. L’esito, tuttora incerto, di questa tornata elettorale sarà determinante per il futuro della città, quindi diventa urgente iniziare a entrare nel merito di una campagna elettorale che si svilupperà nei prossimi mesi e che finirà per coinvolgere l’intera cittadinanza.

Continua a leggere ELEZIONI 2021: QUALI SCENARI PER ROMA?

RIACE ERA UN MODELLO E NON DOVEVA ESSERE CHIUSO – I Giudici del Consiglio di Stato hanno dato ragione al ex Sindaco di Riace Mimmo Lucano

di Mimmo Rizzuti

Dopo il Tar di Reggio Calabria anche il Consiglio di Stato boccia il ricorso del Viminale sul caso Riace. Salvini non aveva nessun motivo per chiudere i progetti di accoglienza

mimmo lucanoUna sentenza che fa giustizia di un attacco e di un atto che definire vergognosi è poco.
Una sentenza che ridà fiducia nella giustizia.
Ma non può risarcire il danno ed il male fatto ai migranti sdradicati dal luogo in cui erano stati accolti come persone degne di rispetto e ad una comunità intera che con la loro inclusione aveva ripreso un vero e propio percorso di rinascita .
A titolo di un minimo, doveroso risarcimento la ministra Lamorgese potrebbe,anzi dovrebbe, sbloccare i fondi, Cas e Sprar 2017/2018, regolarmente rendicontati e verificati, ma incomprensibilmente trattenuti, che sono dovuti a Città Futura e alle altre associazioni e cooperative dell’accoglienza per i servizi resi in quegli anni. Continua a leggere RIACE ERA UN MODELLO E NON DOVEVA ESSERE CHIUSO – I Giudici del Consiglio di Stato hanno dato ragione al ex Sindaco di Riace Mimmo Lucano